SETTIMANA DEL PIANETA TERRA

  Domenica 15 Ottobre, la Grotta del Vento partecipa alla Settimana del Pianeta Terra. – Ore 10.00 Conferenza sull’Idrologia Carsica e sulla fauna delle acque sotterranee (Dott. Leonardo Piccini e Dott.ssa Tiziana Di Lorenzo). – Ore 11.30 Escursione alle sorgenti carsiche a monte di Fornovolasco. – Dopo pranzo visita del 3° Itinerario. La manifestazione è…

GLI ORBS

Osservando una foto scattata col flash (montato sulla fotocamera) di notte all’aperto sotto un temporale è facile che nell’immagine appaiano degli strani globi luminosi di varie dimensioni e colori….
Looking at a photo taken with flash (mounted onto a camera) at night outside during a storm it is easy to see that in the image luminous circular globes of various dimensions and colours…

CONCREZIONI DI GHIACCIO NELLA GROTTA DEL VENTO

English below. Le stalattiti di ghiaccio che vediamo in queste foto si sono formate nella galleria iniziale e nella Sala dell’Orso nell’inverno del 1985, durante un’eccezionale ondata di freddo che, all’esterno, raggiunse il valore di -16°C°. È noto che durante l’inverno il vento da cui la grotta prende nome è entrante, poiché la colonna d’aria…

CORROSIONE DA ACIDO SOLFORICO

English below.  Il 22/08/’17 abbiamo pubblicato un servizio riguardante i boxworks, che sono il risultato dell’azione corrosiva che l’acido carbonico esercita sui calcari dolomitici del primo itinerario, isolando un reticolo di sottili lamine di calcite. Questa volta parliamo di un altro fenomeno corrosivo, svolto sullo stesso tipo di roccia a pochi metri di distanza dai…

NERVATURE DA EVAPORAZIONE

English below.  A prima vista potrebbero sembrare boxworks ma non lo sono. Mentre i boxworks sono lamine di calcite sporgenti che hanno resistito alla corrosione del calcare dolomitico che le inglobava, queste nervature sporgenti, ben visibili nel tratto di galleria che separa l’ingresso naturale della grotta dalla Sala dell’Orso, hanno un origine molto diversa. Essi…

I BOXWORKS

Prima che si formasse la Grotta del Vento, il calcare dolomitico nel quale si sviluppa il primo itinerario fu sottoposto a sollecitazioni meccaniche che produssero una fitta rete di minute fenditure che successivamente furono completamente colmate dalla calcite (carbonato di calcio). In un secondo tempo le acque sotterranee scavarono la galleria oggi percorsa dai turisti, levigandone le pareti. Poi il flusso continua dell’acqua cessò, e subentrò la forte corrente d’aria che dà nome alla grotta, provocata dalla presenza di due imbocchi situati a quote diverse…

Before the Grotta del Vento formed, the dolomitic limestone inside which the first itinerary develops was exposed to mechanical forces which produced a thick network of minute cracks which subsequently were completely filled by calcite (calcium carbonate). In a second time the underground water dug the tunnel where today tourists go, smoothing the walls. Then the continuous flow stopped, and was replaced by the strong air current which gives the name to the cave, caused by the presence of two openings situated at different heights…

CONCREZIONI DA SPLASH

English below Quando dalla volta (o dalle stalattiti) le gocce ricche di calcare investono con grande frequenza una stalagmite o la superficie inclinata di una colata, gli spruzzi e l’acqua nebulizzata depositano sulle sporgenze delle rocce e delle concrezioni circostanti strati concentrici di carbonato di calcio (calcite), rivestendole di masse globose e lucide dalla forma…

La miniera di Realmonte (AG)

Singolare esperienza per il geologo e speleologo siciliano Giuseppe Cataldi, che da anni svolge l’attività di guida turistica alla Grotta del Vento. Invitato a visitare la miniera di salgemma (cloruro di sodio) di Realmonte, in provincia di Agrigento, ha potuto fotografare le fantasmagoriche pitture naturali costituite dal bizzarro andamento degli strati policromi del sale che si depositò sul fondo marino quando il Mediterraneo si prosciugò per evaporazione in seguito alla chiusura dello Stretto di Gibilterra. Particolarmente spettacolare un’imponente cattedrale sotterranea (interamente scavata nella massa salina) nella quale anche l’altare e le statue sono state scolpite nel sale.